Perché i sindacati della scuola sono in crisi di credibilità


Un articolo di Lucio Ficara su La Tecnica della Scuola analizza la flessione nel numero delle tessere sindacali da parte del personale della scuola. Da anni sta andando avanti e sembra non fermarsi.

L’analisi fatta dai sindacati mette in relazione il calo delle tessere con il calo del personale, più accentuato in questi ultimi anni.

La Tecnica della Scuola cita tra le possibili cause anche la concorrenza dei sindacati dei dirigenti, forti ed agguerriti.

Di sicuro questi fattori incidono. Credo però che molti noi docenti, ritirando la delega, abbiamo cercato di mandare un messaggio che i sindacati stentano a recepire.

I sindacati sono responsabili del degrado in cui la scuola versa. Più di altri.

Hanno continuato ad opporsi a qualsiasi forma di controllo del lavoro dei docenti, permettendo che i tanti fannulloni continuassero a non fare nulla.

Hanno permesso senza fiatare che venissero imposte dall’alto delle riforme riguardanti i contenuti e che la scuola italiana divenisse una pallida fotocopia dei modelli anglosassoni che non si adattano affatto alla nostra visione del mondo.

Si sono schierati coi più forti nei momenti in cui i governi Berlusconi hanno cominciato a smantellare la scuola pubblica: le risposte ai tagli e alla destrutturazione sono state appena percettibili, non hanno spaventato nessuno, hanno reso tronfi i ministeriali ed hanno radicato nei docenti la convinzione che continuare a pagare la tessera sarebbe stato equivalente ad avallare politiche sindacali incomprensibili.

Le risposte pigolanti ai provvedimenti punitivi che da anni piovono sulla scuola sono apparse come sterili bizantinismi, discussioni spossanti, incapaci di approdare da qualche parte. 

Perché – ci si dice – si deve mantenere in vita un carrozzone che è fine a se stesso, autoreferenziale e non contribuisce da anni alla difesa “reale” dei diritti di chi lavora nel mondo della scuola?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...