Meritocrazia


Leggevo proprio oggi su facebook l’intervento di una collega che parlava di meritocrazia.
Diceva di temere l’arrivo della meritocrazia nella scuola, per le sue conseguenze nefaste non solo sul corpo docente, ma anche per le ricadute a livello educativo. (Perché inevitabilmente anche i ragazzi risentirebbero di questo nuovo modello imposto alla scuola)
Penso che avesse perfettamente ragione.
La meritocrazia non deve avere nulla a che fare con la scuola.
Sono convinta, e l’ho già detto più di una volta, che tra noi docenti ci sono parecchie persone che non hanno voglia di fare questo mestiere e che meriterebbero, quelle sì, di essere in qualche modo sanzionate.
È vero, ci sono molti che dovrebbero ricevere maggiori gratificazioni per il lavoro che fanno.
Il problema è il seguente: CHI dovrebbe stabilire chi è sommerso e chi è salvato?
I Dirigenti? Ma non fatemi ridere! QUESTI dirigenti?
Ma se hanno già l’atteggiamento di un feudatario che regge in modo dispotico il territorio che gli è stato assegnato, come si può pensare che possano decidere in modo sereno chi merita gratificazioni e chi reprimende? Già mi immagino le processioni di clientes davanti alla porta della Presidenza!
I dirigenti già oggi sono circondati da adulatori, come si può credere che riuscirebbero ad essere oggettivi?
Vogliamo scommettere su chi risulterebbe un buon insegnante alla fine dell’anno?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...