Caro amico ti scrivo…


renzimatteo-199x300

In anteprima siamo in grado di anticiparvi la lettera di Mateo Renzi ai docenti italiani:

Carissimi docenti,

state sereni. È’ vero, il ginepraio in cui mi sono cacciato, spandendo a destra e a manca luoghi comuni sul mondo della scuola, mi sta creando dei veri e propri casini.

Sono stato un vero grullo: credevo che il torpore che vi caratterizza da decenni, speravo che le divisioni che vi attraversano da lustri, avrebbero giocato a mio favore.

Non è stato così.

Certo, voi non siete stati da meno di me: avete perfino sperato che il Partito Democratico,  erede di Gramsci e di Mario Alighiero Manacorda, avrebbe operato sulla scuola una riforma  ispirata ai valori della sinistra.

Posso serenamente affermare che siete stati dei babbei.

Arrivati a questo punto cosa possiamo dire?

Io sto rischiando di fare una colossale brutta figura! Il mondo della scuola che addirittura sciopera contro di me, il segretario del Partito Democratico, nonché Preimier in carica.

E dire che l’Agnese m’aveva avvisato:”Matteo, non fare fesserie! Gli insegnanti hanno memoria da elefante! Quando avranno a che fare con una scheda elettorale, si ricorderanno certo di te!”

Come tutti i mariti, non ho dato ascolto a mia moglie. Ed eccomi qui, a chiedervi umilmente perdono. Facciamo pace?

Vi prometto che d’ora in poi righerò dritto. Niente Presidi-Manager, niente abolizione degli scatti. Vi manderò messaggi d’amore a giorni alterni. Pure in inglese. Ma voi, vi prego,pensate a me!

Baci!

Il vostro Matteo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...