Grazie di tutto!


15582_10203984905614309_5081557665271407261_n

Ho creato da un po’ più di un anno questo blog, all’interno del quale ho pubblicato circa 180 post.
Fin dall’inizio mi stava a cuore una cosa: recuperare l’autostima che abbiamo via via perso nel tempo.
E’ stato questo il tema su cui ho insistito di più nei miei post.
Il sottotitolo del blog, fin dall’inizio, è stato: “Salviamo la scuola prima di subito!” e per me tutto ciò stava a significare l’urgenza di una riscossa, l’esigenza che noi docenti, tutti insieme, prendessimo in mano le nostre sorti e riuscissimo a risalire la brutta china imboccata tempo fa.
Come spesso capita a quelle mogli picchiate ed umiliate dal marito, avevamo introiettato l’idea che forse era giusto così, che qualche cosa di sbagliato dovesse esserci in noi e che dunque, se la politica trovava il modo di annichilirci, un provvedimento dopo l’altro, in fondo, lo avessimo meritato.
Non la penso così. Io sono orgogliosa di essere insegnante. Non mi sento figlia di un dio minore.
Da tempo mi sono convinta che è da noi che deve partire la richiesta forte di rispetto, partire dai genitori, passando per i ragazzi, il Dirigente, la politica.
Nessuno, tuttavia, comincia a portare rispetto, se per primo il soggetto che lo desidera non pone dei punti fermi, dei paletti invalicabili.
Bisogna avere la forza, senza avere paura delle conseguenze, di dire: “Adesso basta! Non ti permetterò più di farlo!”
Spesso si ha paura di pronunciare queste parole, perché si immaginano conseguenze fosche, ritorsioni.
Invece, a volte – anzi, quasi sempre – il nostro interlocutore non immagina una reazione forte e piena di dignità e rimane stordito dalla fermezza.
E’ obbligato a rispettarla.
Per questo ieri sera ho provato un’emozione fortissima.
Vedere migliaia di colleghi in piazza, mi ha dato la conferma che le mie aspirazioni non erano troppo prigioniere dell’utopia, che anche la persona più vessata può riscattarsi.
Che tutti possiamo dire no alla protervia che, a volte, caratterizza il potere e chi lo esercita.
Grazie a tutti voi, colleghi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...