Largo al merito!


nonno-professore-colorato-300x300

“Allora, Paolo, come sono andate queste prime settimane di scuola”?
Io e Paolo, un mio collega di un istituto tecnico della provincia, siamo seduti al bar.
Io davanti al mio orzo, lui con il suo caffè lungo.
“Lascia stare, sempre peggio, sempre peggio! Quest’anno ho un orario pieno di buchi ed il clima a scuola è orrido!”
“Non cominciamo già così arrabbiati, ti prego!” – lo imploro, memore dei nostri incontri al bar, nel corso dell’anno scolastico precedente. Roba da farsi venire la gastrite.
“Ma come si fa a non esserlo, me lo spieghi? Per te va tutto bene?!”
Mi limito a sorridere ed a scuotere la testa.
“L’unica cosa buona, almeno per ora, è che da noi c’è stato un cambio di Dirigente.” – gli rispondo.
Paolo scuote la testa.
“Ma che vuoi che cambi, sono tutti uguali, TUTTI!”
“Beh, no! Tutti tutti, NO!”
Beve d’un fiato il suo caffè e quasi si strozza.
“Ma ti ho raccontato la storia di Adriana?!..No? Beh, ora forse cambierai idea!”
Adriana è una sua amica che insegna nella Capitale.
Durante gli ultimi Esami di Stato si è ritrovata a fare il membro interno per la sua materia.
“Adriana è lo scrupolo fatto persona: corretta, precisa, onesta! Insomma: una del tutto fuori moda, oggi!”
La commissione comprendeva anche la classe di un collega che, quanto a correttezza di comportamenti, è l’esatto opposto di Adriana.
“Lo sai che ha fatto quello sciagurato? Per non fare cattiva figura, al momento degli esami orali ha fatto sì che i suoi alunni sapessero in anticipo le domande che avrebbe fatto loro!”
“Non è mica la prima volta che qualcuno mi racconta una cosa del genere! Niente di nuovo.”
“Lo so, ma Adriana si è arrabbiata moltissimo, perché poi i suoi alunni sono corsi a pregarla di fare lo stesso, di far sapere in anticipo a tutti che cosa avrebbe chiesto. Ovviamente lei si è rifiutata. E quei derelitti si sono pure arrabbiati! Il mondo alla rovescia! A questo, siamo!”
“Nessuno ha pensato ad avvisare il Dirigente della scuola di quanto stava accadendo?”
“Certo! Infatti l’assurdo arriva proprio a questo punto!”
“In che senso?”
“Perché quest’anno quel collega poco limpido è stato scelto come vicepreside!”
“Oh, santo cielo! Ma questo non ha senso!”
“Oh, sì che lo ha: largo al merito! Questo è il senso.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...