Contro il bullismo in classe si può fare molto: basta esserci!


images

Qualche giorno fa ho pubblicato un post in cui ho affrontato la questione del bullismo. Come scrivevo già in quell’occasione, sono convinta che su questo aspetto della vita scolastica le campagne calate dall’alto non possono fare molto, anzi, ad essere sincera, credo che si tratti solo di uno sperpero di soldi pubblici, che non riesce a raggiungere l’obiettivo – i ragazzi – perché quasi sempre passa al di sopra delle loro teste, o li trova come ascoltatori assolutamente distratti, con un’adesione di superficie, di facciata.
Credo che la sola, vera, campagna che potrà funzionare sarà quella portata avanti con serietà da noi insegnanti, senza che passiamo attraverso particolari processi di “formazione” (altro totem da cui ormai siamo afflitti, peggio della scabbia!).
Questa campagna si chiama: ascolto.
Negli anni ho imparato moltissimo dai ragazzi semplicemente standomene in classe nei momenti iniziali, a ricreazione, all’uscita, osservando e ascoltando. Bisogna imparare a guardarli bene quando arrivano, prestare attenzione a come salutano, a come si siedono nel banco, come si relazionano con i compagni. Se si accorgono di questa osservazione, se ne stanno rintanati in se stessi, ma se si persevera, allora si rilassano e si lasciano leggere, perché non se ne rendono conto più, o hanno imparato a tollerare una presenza “estranea” al loro gruppo. In questo modo si riesce a capire una serie di dinamiche. Basta guardarli, seguire gli sguardi, il tono di voce, gli spostamenti all’interno della classe: già questi elementi consentono di capire se c’è una forma di emarginazione o di mobbing.
La nostra presenza costante farà da sostegno a quelli che si sentono più fragili e, senza essere invasivi, avremo modo di capire tante cose del loro mondo, così diverso dal nostro.
L’adulto mimentizzato in classe nei momenti in cui non c’è lezione è l’argine più stabile per le forme nascoste o manifeste di bullismo.

Annunci

One thought on “Contro il bullismo in classe si può fare molto: basta esserci!

  1. Pingback: Contro il bullismo, basta esserci | Pietroalviti's Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...